attivare i javascript per visualizzare la barra del menu

>> Interviste, partecipazione a convegni e rassegna stampa

 

>> Recensioni LIBRI

 

>> SETTORI e ATTIVITA' di Win Consulting

 

>> Stage

 

 

Borse:

 

 


utilita’ - TRADING SYSTEM

DEFINIZIONE DI UN TRADING SYSTEM
PERCHE’ utilizzare un trading system
PRINCIPALI categorie di trading system
CONFRONTO tra le diverse categorie di trading system
VALUTAZIONE di un trading system
COME SCEGLIERE il proprio trading system

 


DEFINIZIONE DI UN TRADING SYSTEM

  
Un trading system è un insieme di regole che genera segnali operativi di trading ovvero rappresenta la trasposizione di una o più strategie di trading su uno o più mercati o singoli strumenti finanziari.
 Un trading system non è :
-         un sistema per guadagnare sempre
-         non è un sistema per fare previsioni
-         non è un sistema che ci sostituisce nell’operatività
L’insieme di regole che genera i segnali operativi può essere scritto in diversi linguaggi e utilizzando svariati programmi applicativi da Excel a Visual Basic…a TRADESTATION che sicuramente è il software più diffuso nel mondo per costruire, testare e utilizzare i trading system.

 

 

PERCHE’ utilizzare un trading system


  •  
    L’utilizzo di un trading system offre i seguenti “vantaggi”:  
    -         coerenza operativa  
    -         operatività secondo le proprie attitudini al trading  
    -         controllo emotività/stress  
    -         costanza nell’applicazione della stessa metodologia  
    -         differenziazione del rischio su più strumenti  
    -         monitoraggio completo dell’operatività  
    -         maggiore efficienza nel trading
       

PRINCIPALI categorie di trading system

 

Trend Following  

Ovvero trading system basati sulla direzionalità del trend:
questi trading system entrano quando sembra delinearsi un tren sufficientemente forte. Realizzano la maggior parte del profitto in poche operazioni; presentano ampi drawdown nelle fasi di mercato laterali e hanno un numero di operazioni percentualmente corrette non elevato
 (in genere inferiore al 50%).
Volatility breakout  
Ovvero trading system basati sulla misura della volatilità; comprano sulla forza e vendono sulla debolezza e cioè entrano alla partenza del mercato ed escono velocemente. Presentano bassi drawdown e richiedono margini contenuti. Utilizzano stop abbastanza stretti e hanno un numero di operazioni corrette percentualmente più elevato (50-60%).  
Supporti e Resistenze  
Ovvero trading system basati sull’individuazione di supporti e resistenze; comprano sulla lettera e vendono sul denaro. Di norma presentano piccoli guadagni e grosse perdite: Sono facili da utilizzare; sul lungo termine difficilmente ottengono profitti sostanziosi  di contro presentano  un numero di operazioni corrette percentualmente abbastanza elevato (oltre il 60%).

 

 

CONFRONTO tra le diverse categorie di trading system


 

TREND FOLLOWING

SUPPORTI E RESISTENZE

VOLATILITY BREAKOUT

TEMPO DI PERMANENZA SUL MERCATO

 Quasi sempre sul mercato

Non sempre sul mercato

È’ spesso fuori

OPERAZIONI VINCENTI

Una piccola percentuale

Una percentuale più alta

Una buona percentuale

DOVE SI GUADAGNA

 Sui grandi trend

In mercati laterali

In mercati in esplosione

DOVE SI PERDE

In mercati laterali

In mercati direzionali

In mercati tranquilli

PROFITTO MEDIO PER OPERAZIONE

 Alto sul lungo termine

 Limitato

Piccolo profitto

VANTAGGI

 Possibilità di alti profitti

La % maggiore di operazioni in guadagno

Molte operazioni in guadagno

SVANTAGGI

 Molti falsi segnali ; lunghi periodi di drawdown

Difficoltà ad avere un profitto ragionevole nel lungo periodo

 Non fa mai un grosso movimento

FILOSOFIA

Compra alto e chiude ancora più alto; vende basso e chiude ancora più basso

 Compra basso e vende alto

Operazioni molto veloci e di breve termine

PSICOLOGIA

Può essere difficile sopportare il drawdown nel lungo periodo

È’ facile da seguire perché si compra bassi e si vende più alti

Trading stretto può generare stress

INDICATORI UTILIZZATI

 Medie mobili, ADX,bande e canali

 RSI, Stocastico,linee supp/resist.

Quelli basati sul prezzo. Nuovo Max/Min.

Fonte: Trading as a Business di Charlie F. Wright
 
 

 

VALUTAZIONE di un trading system

 
 
Ci sono tre diverse valutazioni che si possono fare per valutare un trading system:
Valutazione finanziaria
Valutazione Personale
Valutazione statistica
La valutazione finanziaria    può essere fatta confrontando il rendimento derivante da un trading system con quello derivante da un investimento finanziario a rischio quasi nullo come nel caso ad esempio di un BOT. Il rendimento di un trading system dovrebbe essere almeno 2/3 volte quello del BOT.
Si può applicare la  formula del ROMID (return on maximum intraday drawdown: ovvero Net Profit/ Max Drawdown
La valutazione personale    esprime la percentuale di profittabilità del sistema; ad esempio il 40/50 % di operazioni in guadagno è comunemente ritenuta accettabile a livello personale.
Altro fattore personale è il numero di perdite consecutive accettabili; meglio se è basso; ed infine la massima perdita mentre si sta operando: dev’essere la più bassa possibile.
La valutazione statistica    è un insieme di dati che si desumono dai trek records del trading system. Ad esemio il numero totale di trades (più alto è e meglio è). Il profitto medio per ogni trade (è meglio se è costante). La più alta operazione in guadagno (non deve andare oltre il 40% del profitto totale) Infine , molto importante, il Profict Factor (ossia quanto monetizza il sistema per ogni unità persa).
 
TRADESTATION è il software impiegato per la costruzione di trading system che presenta un numero elevato di output per analizzare l’attività del trading system.
In TradeStation ci sono alcuni indicatori di valutazione, che sono di fondamentale importanza per analizzare la “bontà” e la “robustezza” del trading system; l’attenzione a questi parametri e soprattutto il rapporto Rischio/Rendimento più che la singola componente, è il primo passo per valutare il trading system

     Indicatori di Profitto
     Total Net Profit (guadagno effettivo)
    Return on account (rendimento dell’investimento)
    Percent Profittable (in % il n. di op. in gain sul totale)
    Annual Rate of Return (rendimento annualizzato)
            Indicatori di rischio
            Gross Profit e Gross Loss
            Profit factor
            Max intraday drawdown (massima distanza tra un picco ed una valle di una curva di guadagno)
            Run-up (massimo guadagno virtuale su singola operazione)
            Maximum drawdown (massima perdita virtuale sofferta su singola operazione).

 

COME SCEGLIERE il proprio trading system

Il trading system buono per tutte le stagioni e per tutti i trader NON ESISTE
Per trovare il proprio si deve rispondere alle domande seguenti con la maggiore obiettività possibile

  • potete definire esattamente il mercato sul quale intendete operare? (azioni, future, fondi... Italia, estero...)
  • avete definito il vostro stile di trading?  (aggressivo, difensivo, .... con poche operazioni, con molte operazioni..)
  • sapete qual è il vostro grado di rischio? (alto, medio, basso...)
  • avete definito l'entità della perdita che siete disposti a sopportare per ogni singola operazione e complessivamente?
  • una volta scelto, siete disposti a seguirne meccanicamente le indicazioni?
  • si è in grado di operare con la tempestività richiesta dal sistema?
  • siete sicuri di volere operare utilizzando un trading system?
  • Se avete risposto con sicurezza  ad almeno 5 domande, siete pronti ad affrontare la scelta del vostro trading system.

 

 

 

 

 

 
 All rights reserved.  || best wiev: ie6+ or firefox  ||  Privacy - Disclaimer || || società ||